Home

31.01.2019

IN EVIDENZA

APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER LA FORMAZIONE DI ELENCHI APERTI DI PERSONALE ADDETTO ALL’ASSISTENZA EDUCATIVA PER MINORI IN STRUTTURE RESIDENZIALI

Il Consiglio di Amministrazione dell’Ipab Istituto Sacra Famiglia ha approvato il 18.01.2019, con delibera n° 1, l’avviso Pubblico di cui all’oggetto. Le richieste di iscrizione all’elenco operatori potranno pervenire sia a mezzo Raccomandata come indicato nell’avviso sia a mezzo PEC all’indirizzo direzione@pec.istitutosacrafamiglia.org.

Nei link di seguito sono disponibili il testo dell’avviso e la modulistica necessaria per la partecipazione. 

Avviso pubblico per la formazione di elenchi aperti di personale addetto all’assistenza educativa per minori in strutture residenziali

- Modulistica necessaria

 

L’IPAB “Istituto Sacra Famiglia” è un’Istituzione Pubblica di Assistenza e Beneficenza

 

Istituita tra il 1877 e il 1878 per iniziativa di alcuni cittadini romani preoccupati dello stato misero in cui versavano i giovani abbandonati, esposti ad abusi, accattonaggio ed a ogni sorta di sfruttamento e pericolo. Si basò sull’idea semplice del suo fondatore, Cavaliere Ferdinando Buonaccorsi, di “utilizzare i rifiuti domestici per salvare coloro che sarebbero altrimenti divenuti dei rifiuti sociali”.

Nel 1882 assunse la veste giuridica di Ente di diritto privato sotto il nome di “Istituto Sacra Famiglia” e nel 1916 divenne Ente morale con D. L. 15-6-1916.

Attualmente l’Isf gestisce servizi residenziali per minori adolescenti a rischio familiare sociale o non accompagnati.

MISSION

Il principale obiettivo dell’Ente è quello di garantire supporto e cura a minori adolescenti  in condizioni di disagio sociale, psicologico o economico, proteggendoli dai rischi e tutelandone i diritti.
Si esplica attraverso :

  •        l’organizzazione di un sistema di assistenza totale a favore dei minori;
  •        l’erogazione di servizi qualificati e differenziati: dall’accoglienza immediata per  il tempestivo soddisfacimento dei bisogni primari all’integrazione familiare e lavorativa.